I 3 Migliori Plugin Arpeggiatori

Un’ottima tecnica, che utilizzo per trovare la giusta ispirazione all’inizio di un nuovo progetto di una traccia, è quella di lavorare su un arpeggio e, una volta trovato il giro, costruirci attorno gli altri elementi.

Alle volte finisco per eliminare l’arpeggio quando gli altri elementi hanno preso forma. Utilizzo quindi l’arpeggio solo per l’ispirazione iniziale.

Nel corso degli anni questa si è dimostrata essere un’ottima strategia di kick-start di un nuovo progetto. Più o meno tutti i vst di sintetizzatori hanno un arpeggiatore al loro interno, alcuni migliori di altri.

Utilizzare l’arpeggiatore interno di un plugin può però essere limitante per due motivi:

  1. Perché dobbiamo imparare ogni volta un nuovo funzionamento, infatti gli arpeggiatori sono tutti diversi tra loro (i parametri sono sempre gli stessi ma la posizione, l’interfaccia ed il workflow cambia tra un plugin ed un altro).
  2. Perché non ci è possibile, una volta trovato un arpeggio che ci piace, registrare le note midi in una clip separata per fare delle ulteriori modifiche al pattern in dei punti della traccia. Tutto quello che è l’editing dell’arpeggio nelle varie sezioni diventa complicato.

Ecco i motivi che mi hanno spinto a cercare dei plugin arpeggiatori che lavorassero esternamente ai vst dei synth, in modo da poter lavorare indipendentemente sul suono e sull’arpeggio.

Dopo aver testato diversi plugin di questo tipo ho fatto una lista dei miei preferiti:

1) Cthulhu di Xfer Records

Permette di creare sia accordi che arpeggi. Contiene numerosi preset e scale per quanto riguarda gli accordi. La parte relativa all’arpeggiatore possiede tutti i controlli necessari a creare dei pattern originali e una delle mie funzioni preferite è il “dado” che genera pattern casuali. Possiamo selezionare alcune note della nostra scala e poi giocare con il dado fino a quando non troviamo un arpeggio che ci soddisfa.

  

Se vuoi saperne di più su come funziona Chtulhu puoi vedere questo tutorial gratuito:

“Cthulhu Come Funziona” – TMI Basic – In Studio con Stiv Hey

2) Thesys by SugarBytes

Uno dei punti di forza di Thesys è quello di mostrare 32 step nel display, a differenza dei 16 step che solitamente si trovano negli altri plugin arpeggiatori. All’interno della sezione di performance ci sono un sacco di controlli originali ed interessanti come il notes rolls, pitch bends con curve personalizzabili, ed il random – applicabili ad ogni step.

3) BlueARP by Oleg Mikheev (Gratuito)

Il primo punto di forza del vst BlueARP è il fatto di essere gratuito. Per un plugin gratuito devo dire che è molto ben fatto e pieno di funzionalità interessanti. L’interfaccia è molto intuitiva ed il workflow è di semplice compressione. Merita di essere provato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crea Account / Login

  • Crea Account

    I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

  • Login