Come e Perchè Equalizzare il Riverbero

Il riverbero è uno degli elementi più importanti di un mix, spesso e volentieri sottovalutato.  Attraverso l’uso del Riverbero possiamo creare spazio, tridimensionalità, e profondità nel mix, rendendolo molto più caratteristico.

Oggi analizzeremo come usare l’EQ per arricchire la coda del riverbero.

1) Per prima cosa, inseriamo un Riverbero in un Aux Track su Logic Pro X, rinominiamo la Aux Track ‘VRB’, mandiamo (con un send) la traccia audio Lead Vocals ‘LV’ al Reverb.

 

2) Adesso, Inseriamo un EQ sul ritorno della traccia del riverbero Aux Track ‘VRB’. È importante  inserire il plugin di EQ prima del plugin Riverbero sulla Aux Track, in modo che l’algoritmo del riverbero legga solo le frequenze che veramente intendiamo mandargli, così da ottenere un suono migliore.

 

3) Ascoltiamo la Lead Vocal con il riverbero nel mix. Aggiungendo il riverbero, il mix potrebbe diventare più cupo e scuro, questo perchè il riverbero risponde a tutte le frequenze della traccia vocale, accentuando anche quelle non necessarie.

 

4) Se vogliamo un suono più dettagliato e preciso, possiamo modificare la risposta del riverbero con EQ.

Il primo consiglio è di ridurre le frequenze basse e medio-basse fino a 350Hz.

 

Successivamente, riduciamo le frequenze alte da 8kHz in poi.

 

5) Adesso ascoltiamo: il mix, ma sopratutto la voce, suoneranno più definiti, chiari, e puliti.

Ovviamente queste frequenze suggerite sono un semplice punto di partenza, e potete sperimentare ascoltando, e trovare le vostre linee guida.

Vorrei andare poi a suggerire ed analizzare una delle tecniche di mix del riverbero più famosa e usata, la ‘Abbey Road Curve’, che fa parte del cosiddetto ‘Abbey Road sound’.

Consiste nell’inserire un High Pass Filter (HPF) a 600Hz e 12db/Octave, un Low Pass Filter (LPF) a 10kHz e 12db/Octave.

 

Per certi strumenti come la voce, potete provare a portare il LPF a 7-8kHz e tagliare le medio-alte tra 2-4kHz.

 

Il consiglio è di usare questo come punto di partenza e usando le orecchie, sperimentare e trovare le giuste frequenze per il vostro mix.

Non abbiate paura di spingervi oltre i parametri predefiniti e usate sempre le orecchie come guida. If it sounds good, it’s done right!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crea Account / Login

  • Crea Account

    I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

  • Login